ROSARIO ALLA SPOSA DELLO SPIRITO SANTO

Dio desidera che questo Rosario sia recitato ovunque.

 

Messaggio del 1 giugno 2020 - Annuncio del Rosario della Sposa dello Spirito Santo

 

 

 

ROSARIO ALLA SPOSA DELLO SPIRITO SANTO

SEGNO DELLA CROCE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sia lodato Gesù Cristo! Sempre sia lodato! Amen.
 

 CREDO
Io credo in Dio, Padre onnipotente,
Creatore del cielo e della terra.
E in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso,
morì e fu sepolto; discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo,
siede alla destra di Dio Padre onnipotente:
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna.
Amen.
 

Download
Rosario alla Sposa dello Spirito Santo - CEI 1974.docx

Rosario alla Sposa dello Spirito Santo - DIN A5.docx

Rosario alla Sposa dello Spirito Santo - Pentecoste 1.6.2020.docx

MAGNIFICAT
L'anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l'umiltà della sua serva.
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente
e Santo é il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli.
Amen.
 

PADRE NOSTRO
Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non indurci in tentazione,
ma liberaci dal male.
Amen.
 

AVE MARIA
Ave, o Maria, piena di grazia,
il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell'ora della nostra morte.
Amen.
 

VIENI, SANTO SPIRITO
Vieni, Santo Spirito,
manda a noi dal cielo
un raggio della tua luce.
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.
Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto.
O luce beatissima,
invadi nell'intimo
il cuore dei tuoi fedeli.
Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa.
Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina.
Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
raddrizza ciò ch'è sviato.
Dona ai tuoi fedeli
che solo in te confidano
i tuoi santi doni.
Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna.
Amen.

 

1. Primo Mistero: L'annuncio dell'Angelo a Maria (Lc 1, 26-37)

“poiché il Padre Eterno ti ha scelto come Sposa dello Spirito Santo.”

Luca 1, 26-37:

Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: "Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te". A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: "Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine".

Allora Maria disse all'angelo: "Come è possibile? Non conosco uomo". Le rispose l'angelo: "Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: 'nulla è impossibile a Dio'".

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore é con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto é il frutto del tuo seno, Gesù, poiché il Padre Eterno ti ha scelto come Sposa dello Spirito Santo.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

2.  Secondo Mistero: “Si faccia di me secondo la tua parola.” (Lc 1, 38)

“poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, ti sei unita a Dio con il tuo "sì".”

Luca 1, 38:

E Maria disse: Ecco l'ancella del Signore, si faccia di me secondo la tua parola. E l'Angelo si partì da lei. (n.d.t.: Bibbia Martini riveduta e corretta da p. Marco M. Sales O.P.)

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore é con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto é il frutto del tuo seno, Gesù, poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, ti sei unita a Dio con il tuo "sì".

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

3. Terzo Mistero: La visita di Maria a Elisabetta (Lc 1, 39-45)

“poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, portasti in te il Signore e le parole di Elisabetta.”

Luca 1, 39-45:

In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: "Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore".

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore é con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto é il frutto del tuo seno, Gesù, poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, portasti in te il Signore e le parole di Elisabetta.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

4. Quarto Mistero: Nascita di Gesù e canto degli Angeli (Lc 2, 1-20)

"poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, hai vinto ogni avversità e ti è stato annunciato il canto di gloria degli angeli dai pastori dopo la nascita del Signore".

Luca 2, 1-20:

In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirinio. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nàzaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta. Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo.

C'erano in quella regione alcuni pastori che vegliavano di notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò davanti a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande spavento, ma l'angelo disse loro: "Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia". E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste che lodava Dio e diceva:

"Gloria a Dio nel più alto dei cieli

e pace in terra agli uomini di buona volontà". (n.d.t.: Bibbia Martini riveduta e corretta da p. Marco M. Sales O.P.)

Appena gli angeli si furono allontanati per tornare al cielo, i pastori dicevano fra loro: "Andiamo fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere". Andarono dunque senz'indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udirono, si stupirono delle cose che i pastori dicevano. Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

I pastori poi se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com'era stato detto loro.

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore é con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto é il frutto del tuo seno, Gesù, poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, hai vinto ogni avversità e ti è stato annunciato il canto di gloria degli angeli dai pastori dopo la nascita del Signore.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

5. Quinto Mistero: Visita dei Magi e Profezia di Simeone (Mt 2, 1- 12 e Lc 2, 22-35)

"poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, hai custodito nel tuo cuore l'adorazione dei Magi e la profezia di Simeone."

Matteo 2, 1-12:

Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: "Dov'è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo". All'udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s'informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: "A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:

'E tu, Betlemme', terra di Giuda,

'non sei' davvero 'il più piccolo capoluogo di Giuda:

da te uscirà infatti un capo

che pascerà il mio popolo, Israele.'

 

Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: "Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo".

Udite le parole del re, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.

Luca 2, 22-35:

Quando venne il tempo della loro purificazione secondo la Legge di Mosè, portarono il bambino a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella Legge del Signore: 'ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore'; e per offrire in sacrificio 'una coppia di tortore o di giovani colombi', come prescrive la Legge del Signore.

Ora a Gerusalemme c'era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e timorato di Dio, che aspettava il conforto d'Israele; lo Spirito Santo che era sopra di lui, gli aveva preannunziato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Messia del Signore. Mosso dunque dallo Spirito, si recò al tempio; e mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per adempiere la Legge, lo prese tra le braccia e benedisse Dio:

"Ora lascia, o Signore, che il tuo servo

vada in pace secondo la tua parola;

perché i miei occhi han visto la tua salvezza,

preparata da te davanti a tutti i popoli,

luce per illuminare le genti

e gloria del tuo popolo Israele".

Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l'anima".

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore é con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù, poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, hai custodito nel tuo cuore l'adorazione dei Magi e la profezia di Simeone.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

6. Sesto Mistero: Maria sotto la Croce (Gv 19, 25-30)

"poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, sei stata sotto la Croce intrisa del Sangue Prezioso del tuo Figlio e la spada della sofferenza è penetrata in profondità nella tua anima e nel tuo cuore."

Giovanni 19, 25-30:

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: "Donna, ecco il tuo figlio!". Poi disse al discepolo: "Ecco la tua madre!". E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.

Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere la Scrittura: "'Ho sete'". Vi era lì un vaso pieno d'aceto; posero perciò una spugna imbevuta di 'aceto' in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. E dopo aver ricevuto l'aceto, Gesù disse: "Tutto è compiuto!". E, chinato il capo, spirò.

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù, poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, sei stata sotto la Croce intrisa del Sangue Prezioso del tuo Figlio e la spada della sofferenza è penetrata in profondità nella tua anima e nel tuo cuore.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

7. Settimo Mistero: Maria al Cenacolo (At. 1, 12-14 e 2, 1-4)

" poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, hai servito perfettamente l'Eterno Padre e non abbandoni coloro che sono fedeli a Gesù."

Atti degli Apostoli 1, 12-14:

Allora ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli Ulivi, che è vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un sabato. Entrati in città salirono al piano superiore dove abitavano. C'erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alfeo e Simone lo Zelòta e Giuda di Giacomo. Tutti questi erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la madre di Gesù e con i fratelli di lui.

Atti degli Apostoli 2, 1-4:

Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi.

 

Si recitano sette Ave Maria:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore é con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù, poiché tu, come Sposa dello Spirito Santo, hai servito perfettamente l'Eterno Padre e non abbandoni coloro che sono fedeli a Gesù.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

 

SEGNO DELLA CROCE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sia lodato Gesù Cristo! Sempre sia lodato! Amen.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Lo Spirito Santo ha rivelato questo Rosario a Sievernich il 1° giugno 2020, Lunedì di Pentecoste: "Con questo Rosario contempli la vita della Mia Sposa sulla terra e la Mia Opera. La premura e l'amore di Maria non finiscono mai. E nei giorni della sventura, Io sarò in mezzo a voi e vi soccorrerò".

Questo messaggio è reso noto senza voler anticipare il giudizio della Chiesa Cattolica

 

N.d.t.: I testi della Sacra Scrittura sono tratti dalla Bibbia C.E.I. 1974

 


 

Coroncina di Gesù Bambino

 


 

PREGHIERA DI CONSACRAZIONE DEI PAESI A SAN MICHELE ARCANGELO   

MONTE SANT'ANGELO 8 FEBBRAIO

Eterno Padre,
per il Tuo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo, e per intercessione dello Spirito Santo,
Ti diamo lode, gloria, azione di grazie e onore!
Per il Tuo Verbo Eterno, che si è fatto carne nel grembo della Vergine Maria,
hai creato tutte le cose, quelle visibili e quelle invisibili: Troni, Dominazioni, Principati e Potestà.
Tutto è stato creato per mezzo di Gesù e in vista Gesù.
Ti preghiamo, Signore, rivolgi su di noi il tuo sguardo benevolo,
apri i nostri cuori al Tuo amore e alla Tua Grazia santificante.
Per intercessione della Vergine Maria, Sposa dello Spirito Santo, degli Angeli e dei Santi,
suscita l’amore verso di Te nei cuori di tutti gli uomini e
attrai coloro che sono lontani da Te.
A Te rivolgiamo, Eterno Padre, il nostro ringraziamento per aver creato i Santi Angeli
e ci uniamo alla lode che essi offrono incessantemente davanti al Tuo Trono.


E ora ci rivolgiamo a te, Sant’Arcangelo Michele,
Principe delle Schiere Celesti,
zelante difensore della gloria del Signore,
vincitore del male,
protettore amorevole dell'umanità,
non permettere che ci perdiamo.
Siamo qui oggi in pellegrinaggio in questo tuo Santuario sul Gargano,
per chiedere la tua amicizia e la tua intercessione presso il Trono di Dio.

Veniamo a nome di molti altri legati a noi da vincoli di amicizia e parentela.
Veniamo in rappresentanza dei gruppi di preghiera dei Paesi,
le cui bandiere abbiamo portato in questo luogo santo.
Sant’Arcangelo Michele, ti preghiamo,
preservaci da guerre, calamità e catastrofi
e difendici nella lotta per essere salvati nell’estremo Giudizio,
che tu sei chiamato ad eseguire secondo le Sacre Scritture.

Consacriamo a te noi stessi e le nostre famiglie,
i nostri amici e conoscenti,
i nostri Paesi e tutti coloro che ora sono
uniti a noi in questa intenzione.
Infine, ti affidiamo la nostra Santa Chiesa Cattolica,
che in questi tempi è oltremodo afflitta.

Sancte Michael Archangele, defende nos in proelio,
contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium.
Imperet illi Deus, supplices deprecamur:
tuque, Princeps militiae caelestis,
Satanam aliosque spiritus malignos,
qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo,
divina virtute in infernum detrude.
Amen.


Appello alla Consacrazione delle Nazioni a San Michele Arcangelo
presso il Santuario di Monte Sant'Angelo - Gargano

Cari amici,

dopo l'Incoronazione della statua dell'Arcangelo Michele il 19 settembre 2023 a Sievernich, San Michele Arcangelo disse nella sua apparizione:

"Le nazioni chiedano la mia amicizia".

Il 17 ottobre 2023 ha ripetuto:

"Ancora una volta vi dico: che i Paesi della terra chiedano la mia amicizia. La mia spada colpirà la terra".

Il 25 ottobre 2023, il Re della Misericordia ci ha detto:

“Desidero che consacriate i vostri Paesi al Mio Messaggero perché, quando lo onorate, onorate Me e il Padre Celeste. Sarà lui a eseguire il giudizio per il Padre. Che i gruppi di preghiera vengano lì con i loro stendardi.”

Per questo motivo, vorrei chiedere ai gruppi di preghiera di tutti i Paesi di venire in pellegrinaggio con noi a Monte Sant'Angelo (Gargano – Italia). Vi chiedo di fare questo sacrificio. Vi prego di portare i vostri fazzoletti rossi del Preziosissimo Sangue e i rispettivi stendardi/bandiere nazionali. Ci recheremo in Italia dal 04.02. al 12.02.2024 con l'autobus dell'agenzia di viaggi Busreisen Günther Glas GmbH (A-4725 St. Aegidi 35/Schärding, www.glasreisen.at). Ci accompagneranno Padre Dietrich von Stockhausen e Padre Frank Cöppicus-Röttger. Nel corso del viaggio visiteremo anche altri Santuari, tuttavia l’obiettivo principale sarà il Santuario di San Michele Arcangelo e la Consacrazione a Lui dei nostri Paesi. Saremo a Monte Sant'Angelo con San Michele Arcangelo giovedì 8 febbraio 2024.

I pellegrini possono anche raggiungerci sul posto con mezzi privati, in auto o in aereo, tenendo presente che abbiamo programmato l'intera giornata dell'8 febbraio 2024 per il Santuario di San Michele Arcangelo (n.d.t.: la Santa Messa, preceduta dalla recita del Santo Rosario, è prevista alle h. 16:45, a cui seguirà la Consacrazione). La Consacrazione dei Paesi avrà luogo nella Grotta di San Michele Arcangelo. Ulteriori informazioni sul programma saranno comunicate tramite la società Glas. Ogni giorno celebreremo la Santa Messa e ci prepareremo alla Consacrazione dei Paesi a San Michele Arcangelo con la preghiera e ricorrendo al Santo Sacramento della Confessione.

Un tempo, la Consacrazione dei Paesi all'Arcangelo Michele veniva effettuata dagli Imperatori devoti: è molto importante per i nostri tempi ed è un desiderio del Cielo. Nel suo nuovo libro su Sievernich, "Il Re della Misericordia", il dottor Hesemann scrive qualcosa di sorprendente sul nostro previsto pellegrinaggio da San Michele Arcangelo. Ma non intendo fare anticipazioni sul suo libro.

Cari gruppi di preghiera di tutti i Paesi, seguiteci sul Gargano fino a Monte Sant'Angelo e fate questa importante Consacrazione per il vostro Paese! Dio vi benedica!

Sievernich, 05.11.2023

 


 

Preghiera a Santa Teresa d'Avila - Sievernich

Lunedì, 23 agosto 2004

MEDITAZIONE DEL PADRE NOSTRO

PADRE NOSTRO, CHE SEI NEI CIELI...

Pensa che hai un padre nel Cielo, il quale è onnipotente e si preoccupa di te. Lui, che è tutto,veglia su di te, perchè sei suo bambino. Chiama il Padre e parla coll'Eterno. Dio, Padre nostro, ti ama, sei la sua creatura. Tutta la creazione sta nella sua mano.

SIA SANTIFICATO IL TUO NOME...

Loda, rendi grazie, santifica il Nome del Padre nostro nei cieli. I suoi occhi si riposeranno su di te e lo Spirito Santo ti rafforzerà e ti guiderà. Dio ti ha creato secondo la sua immagine, perchè tu trovi la pienezza in Lui. Più i figli parleranno con Amore e rispetto al Padre , più verranno riempiti dal suo Amore.

VENGA IL TUO REGNO...

Mira al regno del Padre celeste. Misura quello che è fugace e quello che è vitale. Apri tutto il tuo cuore al regno del Padre e dà importanza al regno eterno.

SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ...

Non la mia volontà, Padre, la Tua volontà sia fatta! Padre, mi rimetto nelle Tue mani. Lì, sono nascosta, quando sono tutta Tua. Quello che vuoi è solamente l'Amore. Solo quando mi dedico a Te e quando rimango in Te, allora puoi fare la Tua volontà in me. La mia volontà è debole e sono miserabile. Senza di Te non sono tutta e interamente  prigionera del peccato? Perciò dico contenta : sia fatta la Tua volontà, non la mia!

COME IN CIELO,COSÌ IN TERRA...

cieli e terra? Allora non sono due diversi mondi, quell'eterno e quello che passa? Pensa:Dio, Padre nostro, regna nei cieli come sulla terra. Tutto viene da Lui, tutto è in Lui e tutto tornerà a Lui. Cercalo con il tuo cuore. Nel tuo cuore, cieli e terra si toccheranno.

DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO...

Il Padre si preoccupa dei suoi figli. Prega e lavora, senza dimenticare i tuoi prossimi!

E RIMETTI A NOI I NOSTRI DEBITTI...

Dio, Padre nostro, è misericordioso , se Lo preghiamo pentiti. Il perdono è la nostra liberazione, la nostra salvezza. Se lo cercherai spesso, non attrarai il giudico su di te.

COME NOI LI RIMETTIAMO AI NOSTRI DEBITORI...

Come il Padre rivela la sua misericordia, non la possiamo negare al nostro prossimo. Non legarlo a te con i suoi debiti. Perdona, liberalo e liberati anche. Con l'Amore Vero ti liberi e liberi anche il tuo debitore.

E NON CI INDURRE IN TENTAZIONE...

Dio, il quale è Amore, non ci inducca. Dio, Padre nostro, permette le prove che dobbiamo sopportare. Attraverso queste prove stai per maturare, e allora riconoscerai come Dio è Grande e come limitato sei tu. Queste purificazioni servono la nostra salvezza. Accettale con piazenza!

MA LIBERACI DAL MALE...

Allontanati dal male e non entrare nelle tenebre. Se hai fatto il male, cerca il perdono di Dio. Così sarai liberata dal male.

TUO È IL REGNO...

C'è solo un regno eterno, quello del Padre celeste.

TUA LA POTENZA...

Che cosa posso fare con la potenza di Dio? Tutto.Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono la mia potenza.

E LA GLORIA...

Dio, chi può misurare la tua gloria, quale di noi può sopportarla ? Non protrebbe nessuno riassuntarla con parole e immagini.

NEI SECOLI. AMEN.

Eterno, sei Tu solo, Signore e Dio mio.

 

Mercoledì, 8 dicembre 2004, Festa dell'Immacolata Concezione

O Gesù, Bambino divino

O Gesù, insieme Bambino divino e sublime Maestosità,
Chi fra gli uomini può comprenderTi,
Chi potrà afferrare il Tuo Amore per noi, che siamo miserabili?

I saggi chiamano il Tuo Amore follia
eppure li guardi e ami solo.
I piccoli accettano il Tuo Amore , riconoscenti.
Lo sguardo del mondo non li disturba,
quando Tu stai in loro e li ami.

RivelaTi a noi, Signore Gesù, Figlio di Dio!
Non dimenticarci, abbi   pietà di noi!

Il Tuo Amore è follia per i saggi,
perchè Ti dai tutto attraverso i tuoi sacerdoti.
Chi ha meritato il Tuo Amore, Signore,
chi può dirlo?

O Bambino divino,
Vieni da noi con la Tua mitezza.
Ci appaghi
i saggi come i piccoli.
Per noi, Ti fai piccolo,
Perchè Ti possiamo afferrare.

Il Tuo scettro è l'Amore,
la misericordia è il mondo nella Tua mano,
il Tuo abito maestoso è la fedeltà
e la Tua corona  reale,
o Bambino celeste,
è la potenza del Padre,
l'Unico che nasconda la Trinità in Sè.

Il Tuo saluto è la pace,
Le Tue Parole infantili la nostra Benedizione.

O Bambino divino,
Chi ti verrà, riconoscerà
che Tu Lo sei, o Gesù,
il quale regna sulla Chiesa e passa attraverso
tutti i tempi.

Poichè ciò che è follia per il mondo è giusto
per la Sua Maestà,
affinchè i deboli siano appagati
e i potenti siano diretti.

O Imperatore celeste veglia su di noi!
O Bambino divino, regna su di noi!
Amen.

 

Santissima veglia del 24 dicembre 2004

Preghiera allo Spirito Santo

Spirito Santo, potenza innata della forza divina,
aprì le porte del mio cuore per Il Signore mio.

Spirito Santo, forza vivente di Dio, vieni a me e animame.

Spirito Santo, purezza d'Amore portami sulla via del Signore.

Spirito Santo, Amore di Dio, che s'immola per noi,
dammi un cuore che sa dare più che prendere.

Spirito Santo, fedeltà divina, rimani accanto a me,
perchè io possa seguire Gesù mio.

 

6 Gennaio 2005, La festa dell'Epifania del Signore

Adorazione

Gesù, il bambino divino nella Sua grazia e nella Sua sublime maestosità, nascosto agli occhi di molti uomini, chiama tutti i popoli a Sè. Vuole regalarsi ogni popolo.

Pregate, voi tutti i popoli, pregateLo, il Rè dei Rè.

I Rè magi Gli offersero dell'oro, dell'incenso et della mirra. Ma voi, offrite Gli il vostro cuore e pregate Lo!

O Signore Gesù mio,
contemplando l'umanità perduta,
uomo fosti anche Tu
eppure rimani Maestà divina insieme.

Salvatore docilissimo,
Come anche i Rè magi Ti hanno trovato e
adorato, voglio adorarTi anch'io.
Divinità nascosta,
O Signore Gesù,
Ti adoro con tutto il cuore.

Confido in Te, o Signore, tutto il mio Essere.

Tutta la mia vita, Te la regalo, Rè dei Rè.

Supplicando, mi avviccino a Te,
nella Speranza,
Che Tu accetti la mia offerta con indulgenza.

Se tu dominerai in me,
Così, tutti i miei atti saranno per la Tua Gloria.

Non ho niente di altro ad offrirTi.
Ti prego, trasforma la mia povertà in Te.

Quando Ti sto contemplando, o Signore,
Quando Ti sto adorando, divento ricco.

Non voglio agghindarmi con le ricchezze del mondo,
La mia anima vuole essere agghindata dal Tuo Amore
e dalla Tua amicizia.

Ti adoro,
Tu stai per offrirmi l'oro del Tuo Regno Eterno.

Ti adoro,
Tu stai per agghindarmi con pietre preziose,
le virtù celesti.

Ti adoro,o Signore Gesù,
Tu stai per contemplarmi
E agghindarmi con il Tuo gioiello divino,
la fedeltà eterna.

Ti adoro,
Sono miserabile, eppure agghindata da Te,
Mi concedi i doni dello Spririto.

Ti adoro, Gesù mio,
Perciò mi inginocchio davanti a Te,
povero, non degno di Te,
Eppure prezioso agli occhi Tuoi,
e Tu vuoi,
Che io sia tutta Tua e Te tutto mio.

Ti adoro,
Tu, Amore Infinito,
Che si da tutto intero e senza ritorno.

 

Lunedì, 17 Gennaio 2005

Preghiera nel silenzio

Nel silenzio, sono tutta nascosta in Te, o Signore
Gesù mio, mio Salvatore.

Il silenzio calma il mio bisogno di Te,
Lì, sei nascosto.

Il silenzio calma la sete dell'anima mia,
Sei la mia sorgente vivente.

Il silenzio calma la fame del mio cuore,
Sei il mio pane di vita.

Il silenzio calma i miei pensieri,
Mi riposo in Te,
Il silenzio calma le mie azioni,
Agisci in me.

Il silenzio calma il mio udito,
Vorrei captare solo la Tua Parola.

Il silenzio calma la mia vista,
Vorrei vederti e stare in Te
Il silenzio mi riposa in Te.
 

 

Lunedì, il 28 Gennaio 2005

Dammi un cuore ampio

Mio Signore Gesù,
Prendi il mio cuore tutto nelle Tue mani.

Piantaci il Tuo Amore.

Donami la Tua fiducia e la Tua Speranza,
Lascia crescere in me il Tuo Amore.

Per il Tuo Amore ho bisogno di un cuore ampio,
Il quale permette la crescenza.

Signore, voglio essere la tua terra feconda.

Tu pianti,sei per me l'acqua vivente
e il mio sole eucaristico.

Dammi un cuore spazioso,
Togli da me la ristrettezza del vecchio Adamo.

Liberata da questa limitatezza, posso avviccinarmi
con fiducia nella Tua ampiezza affettuosa,
così, posso amarTi, o Signore , come i miei prossimi.


  www.maria-die-makellose.de          back top